Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

News dalla Provincia

Consegnati i lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Savutano a Lamezia Terme

09 Agosto 2016
09 Agosto 2016 Visite: 493
Stampa Email

 

Consegnati questa mattina a Lamezia Terme i lavori relativi alla realizzazione di un Centro giovanile della multi cultura e di un’area verde attrezzata in località Savutano. Alla consegna dei lavori, che dovranno essere conclusi entro 210 giorni, e saranno realizzati dall’impresa Bevivino – avvenuta nella sede del vicino istituto Agrario – hanno preso parte: il presidente della Provincia, Enzo Bruno; il sindaco di Lamezia Paolo Mascaro; il dirigente del settore Patrimonio architetto Pantaleone Narciso; i consiglieri provinciali Gianfranco De Vito e Francesco Ruberto; la capogruppo del Pd al Comune di Lamezia, Mariolina Tropea; i geometri della Provincia Giuseppina Pugliese e Franco Zampa.

Il primo stralcio funzionale del Parco urbano sarà finalizzato alla realizzazione dell’impianto generale dell’area ed in particolare alla realizzazione della recinzione perimetrale, all’impianto verde, alla viabilità interna ed alla realizzazione dei sottoservizi necessari al corretto mantenimento dell’area. Un momento atteso da tempo, che costituisce un passo importante verso la realizzazione del sogno di un Parco urbano nella città della Piana. L’area sarà accessibile attraverso tre diversi ingressi pedonali, posti uno su via Savutano e l’altro su via Arturo Perugini, mentre il terzo dovrà essere l’ingresso principale al Parco. Prevista la realizzazione di un teatro verde, con una gradonata di calcestruzzo, per 300 posti a sedere; le aree verdi saranno sistemate a prato, con siepi ed essenze arboree ed arbustive provenienti prevalentemente dalla zona climatica del Mediterraneo. L’area giochi, per bambini di diverse fasce di età, di circa 400 metri quadri, sarà dotata di giochi e attrezzature ludiche diversificate per soddisfare le esigenze delle diverse fasce d’età dei piccoli frequentatori. Tutti i giorni saranno in legno, omologati e le aree di pertinenza saranno pavimentate con pavimentazione antitrauma in piastrelle di gomma antiurto.

Il presidente Bruno ha ricordato l’iter che ha portato alla consegna dei lavori di oggi per una pratica molto travagliata ereditata dall’attuale amministrazione provinciale. In seguito al finanziamento concesso con decreto ministeriale del 9 giugno 2010, infatti, è stato approvato il progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del centro giovanile della multi cultura e di un’area verde attrezzata in località Savutano nel Comune di Lamezia Terme, dell’importo di 500 mila euro, di cui 375 mila per lavori.  In seguito all’acquisizione della superficie con relative permute dei terreni suscettibili di utilizzazione edificatoria, l’iter si è di fatto bloccato poiché quella deliberazione del consiglio provinciale ha determinato il pagamento da parte della dell’amministrazione provinciale dell’IVA e dell’imposta di registro sui relativi atti notarili. Questo ha portato ad una riduzione delle somme disponibili, passate da 500.000,00 a 352.216,00 euro, con conseguente impossibilità ad appaltare i lavori così per come previsto nel progetto esecutivo. Proprio una attiva collaborazione tra Provincia di Catanzaro e Comune di Lamezia Terme, e i rispettivi uffici tecnici, ha consentito una rimodulazione del quadro economico del progetto esecutivo, necessaria per fare fronte alle mutate disponibilità economiche, che porterà alla realizzazione del Parco senza alcun ridimensionamento del progetto.

“Fin da subito, con il sindaco Mascaro, c’è stato un feeling amministrativo molto forte che ci ha consentito di arrivare alla risoluzione delle problematiche emerse nell’interesse della città di Lamezia che avrà un Parco al pari della struttura di cui da anni fruisce Catanzaro – ha affermato il presidente Bruno -. Il nostro auspicio è di avere le potenzialità economiche per ampliare l’offerta della struttura e farne un modello regionale. Con la consegna dei lavori di oggi, quindi, si realizza un piccolo sogno e soprattutto si mantiene fede all’impegno assunto nei confronti della comunità lametina. Un progetto realizzato grazie alla vicinanza e alla comprensione dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mascaro. Un dialogo che ci consentirà di affrontare e risolvere altre problematiche come quella relativa alla gestione dello Stadio “Carlei”. Il presidente Bruno ha, infatti, ricordato quanto emerso nella recente riunione sul tema tenuta in Provincia con il sindaco Mascaro e il consigliere provinciale e comunale di Lamezia, Francesco Ruberto: l’obiettivo della collaborazione avviata tra gli Enti è quello di individuare le misure attuabili per il recupero delle risorse necessarie alla bonifica e alla riqualificazione della struttura. Il comma 89 dell’articolo 1 della legge di riforma degli Enti intermedi fa rientrare la manutenzione delle strutture sportive solo tra le funzioni residuali delle nuove Aree vaste. Proprio la scorsa settimana in Regione è stato istituito un tavolo di concertazione per definire un protocollo d’intesa che consenta la restituzione di questi beni – rete museale, Parchi e strutture sportive – alla gestione della Provincia che, nel caso dello stadio “Carlei” è pronta a trasferirne gestione e competenza al Comune. Il sindaco Mascaro ha voluto ringraziare il presidente Bruno per “la determinazione con cui la Provincia ha affrontato il blocco dell’iter progettuale dimostrando nei fatti di voler realizzare il progetto. Per Lamezia è molto importante – ha detto ancora Mascaro – prima di tutto è il segno tangibile dell’attenzione che la Provincia di Catanzaro ha nei confronti della nostra città. L’area di Savutano, visto anche lo sviluppo residenziale positivo avuto negli scorsi anni, aveva la necessità di uno spazio verde che siamo certi l’Ente intermedio saprà valorizzare anche con altre iniziative”. Soddisfazione è stata espressa anche dal capogruppo del Pd in consiglio comunale a Lamezia, Mariolina Tropea, che ha seguito l’iter progettuale attenzionando le problematiche relative e sollecitando il presidente Bruno, e che si è detta particolarmente soddisfatta del recupero integrale del progetto iniziale.

Dopo la firma del verbale di consegna, il presidente Bruno, il sindaco Mascaro, gli amministratori presenti e i tecnici si sono spostati nella sede dell’Istituto professionale industria e artigianato “Leonardo da Vinci” dove sono stati consegnati i lavori relativi al completamento del nuovo corpo B.

Ultima modifica il Martedì, 09 Agosto 2016 13:52

Social