Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

News dalla Provincia

Gli auguri del presidente della Provincia Enzo Bruno ai dipendenti

22 Dicembre 2016
22 Dicembre 2016 Visite: 100
Stampa Email

 

“Vi auguro un 2017 straordinario. E mi auguro che continueremo ad essere all’altezza delle sfide che dovremo affrontare anche nelle difficoltà. Sfide che ad oggi abbiamo vinto tutti assieme, come una grande famiglia, quella che voi siete per me”. E’ l’augurio sincero che il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, ha rivolto questa mattina ai dipendenti dell’Ente intermedio riuniti nella Sala Consiglio per il tradizionale appuntamento con il brindisi natalizio. Un saluto che anche quest’anno coincide con una comunicazione importante: quella della firma del contratto decentrato integrativo 2016 del Personale dipendente non dirigente, che dopo l’ipotesi siglata nei giorni scorsi, diventa operativo. Ad augurare ai dipendenti buone feste anche il vice presidente dell’Ente, Marziale Battaglia, i consiglieri Armando Chirumbolo e Giacomo Muraca, Rosario Lostumbo; il direttore generale Vincenzo Prenestini, i dirigenti Pino Canino, Rosetta Alberto, Federica Pallone, Pantaleone Narciso e Antonio Russo.
 “La Provincia di Catanzaro è la prima in Italia ad approvare il Contratto decentrato integrativo, un risultato raggiunto con enormi sacrifici, vista la problematica situazione finanziaria e  amministrativa che tutte le Province continuano ad attraversare – ha sottolineato il presidente Bruno -. Ma rispetto allo scorso anno, sono molto soddisfatto perché il 2016 rappresentava una incognita che siamo riusciti ad affrontare e superare senza traumi, nella condizione di dare servizi in maniera accettabile. Il momento che stiamo vivendo, che dura da oltre due anni in seguito alla legge di riforma Delrio è fortemente complicato: siamo riusciti e mettere in campo una transizione meno traumatica rispetto alle altre province calabresi, nessuno ha perso il posto di lavoro e riusciamo a dare i servizi che la legge ci affida. Scuole e strade sicure che nel prossimo anno saranno ancora più efficienti. Tutto quello che siamo riusciti a garantire, nonostante le difficoltà economiche e la drastica diminuzione del personale, è merito del vostro impegno e della vostra professionalità che deve essere premiata”. Il contratto decentrato integrativo 2016, quindi, rappresenta un risultato importante “ottenuto grazie ad un inteso lavoro degli uffici svolto con determinazione nell’interesse del personale dipendente e nell’ottica della garanzia dei servizi per la nostra comunità. La Provincia di Catanzaro, con un notevole sforzo economico, ha inteso premiare l’aumento di produttività ed efficienza nell’erogazione dei servizi pur in carenza di unità lavorative necessarie derivante dal blocco delle assunzioni e dal trasferimento di competenze e personale alla Regione”.
“Le Province sono state demonizzate – ha aggiunto il presidente -. Sono state considerate il male assoluto del sistema delle autonomie locali. Noi a Catanzaro abbiamo dimostrato, e possiamo ancora dimostrare, che non è così. La legge di riforma costituzionale che non è stata approvata il 4 dicembre avrebbe offerto uno spiraglio importante per rilanciare il sistema delle autonomie locali. Oggi – ha conclude il presidente Bruno - la Provincia di Catanzaro mette a disposizione la grande esperienza, la sua capacità progettuale che abbiamo fatto di tutto per salvaguardare, il grande patrimonio di professionalità che abbiamo e anche con il contratto decentrato di lavoro intendiamo valorizzare sempre di più”.

Ultima modifica il Giovedì, 22 Dicembre 2016 13:44

Social