Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

Comunicati Stampa

Consegnati lavori di sistemazione idrogeologica lungo la Sp93 nel territorio di Conflenti

10 Maggio 2011 Visite: 3659
Stampa Email

CATANZARO – 10 MAG 2011 – Sono stati consegnati ieri mattina, in località “Muraglie” nel Comune di Conflenti, lavori che riguarderanno “Interventi di sistemazione idrogeologica per la mitigazione e per la riduzione del rischio frane lungo la SP 93”. La consegna è avvenuta alla presenza del presidente dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, Wanda Ferro, del vice presidente Maurizio Vento, del consigliere provinciale Emilio D’Assisi, del sindaco di Conflenti, Franco Esposito, dei tecnici dell’Ente intermedio, del progettista e dei rappresentanti della ditta appaltatrice. Il progetto redatto e finanziato dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro tramite le risorse liberate dal POR Calabria, prevede una spesa complessiva di 150 mila euro da destinare alla messa in sicurezza di una parte della strada in cui, nella scorsa stagione invernale, si è manifestata una frana molto consistente, che occorre contenere con indubbia priorità, trattandosi di un’infrastruttura stradale che partendo dalla SS 18 dir attraversa i Comuni di Nocera Terinese, San Mango D’Aquino, Martirano Lombardo, Martirano e Conflenti. Il progetto prevede il ripristino, ispirato ai principi dell’ingegneria naturalistica, delle opere di raccolta, convogliamento e smaltimento delle acque di provenienza meteorica e di quelle da ruscellamento. Il tutto tramite la realizzazione di una serie di dreni discendenti, posti a monte della zona interessata e convergenti verso un canale principale di raccolta acque, in prossimità della strada, sulla cui scarpata verrà preventivamente sistemato un muro in gabbioni. Si realizzerà inoltre la piantumazione d’idonee talee, oltre che per la sua specifica funzionalità, anche per il dovuto riguardo all’impatto ambientale. Per la riduzione dell’attuale profilo trasversale della scarpata, si procederà a movimenti terra di congrua consistenza necessari sia per eliminare l’eccesso di sovraccarico sulle opere di presidio sia per realizzare una serie di terrazzamenti tendenti a stabilizzare il pendio. L’importo complessivo dell’opera, che dovrà essere ultimata in due mesi, è di 150 mila euro, di cui 108 mila per lavori. La ditta esecutrice sarà l’impresa Garden Giada dell’ing. Gianfranco Ruperti. “L’Amministrazione Provinciale di Catanzaro – ha detto il presidente Wanda Ferro - prosegue a riqualificare il territorio preferendo una politica compatibile con gli interventi di sistemazione idrogeologica per la mitigazione del rischio frana. In questa stessa parte di territorio saranno a breve consegnati anche lavori di sistemazione idrogeologica per la riduzione del rischio frana lungo la strada provinciale 73, che da Sambiase porta alla cona di San Mazzeo e poi a Martirano. Tali interventi, per un importo di 400 mila euro, consentiranno di risolvere due grossi problemi, sempre dovuti a fenomeni franosi verificatisi negli inverni scorsi, uno di placcaggio di un muro in cemento armato con tiranti, l’altro della ricostruzione dell’intera scarpata stradale con la tecnica delle terre armate. Un ringraziamento per il contributo dato alla realizzazione di quest’opera va, per la parte politica, al vice presidente Maurizio Vento, al presidente della Commissione Lavori Pubblici Gianpaolo Bevilacqua e al consigliere comunale Emilio D’Assisi. Ringrazio anche i tecnici del Settore Viabilità del comprensorio lametino, con il dirigente ing. Eugenio Costanzo, il progettista e direttore dei lavori ing. Giuseppe Sirianni, tecnico incaricato, e come sempre il mio plauso va ai nostri cantonieri, che svolgono ogni giorno il proprio lavoro con dedizione e professionalità e sono i veri custodi della rete stradale provinciale”.

Social