Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

Comunicati Stampa

Feroleto Antico, consegnati lavori di sistemazione idrogeologica lungo la Sp 85

09 Maggio 2011 Visite: 3358
Stampa Email

CATANZARO – 9 MAG 2011 - Sono stati consegnati questa mattina, in loc.tà “Ficonera” nel Comune di Feroleto Antico - alla presenza del presidente dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, Wanda Ferro, del consigliere provinciale Pietro Fazio, dei tecnici dell’Ente e dei rappresentanti della ditta appaltatrice - lavori che riguarderanno “Interventi di sistemazione idrogeologica per la mitigazione del rischio lungo la SP 85 al km 0+850. Il progetto redatto e finanziato dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, tramite le risorse liberate dal POR Calabria, prevede una spesa complessiva di 150 mila euro da destinare alla messa in sicurezza di una parte della strada interessata da fenomeni di cedimento, per effetto del movimento franoso che si è verificato la scorsa stagione invernale. Tale intervento progettuale, fa parte di un’operazione di maggiori dimensioni che mette in sicurezza l’intero versante e che sarà in contemporanea realizzato con un finanziamento dell’Amministrazione Comunale di Feroleto Antico per un importo di 350 mila euro. Entrambi gli interventi mirano contemporaneamente a mettere in sicurezza il versante e la strada provinciale che lo attraversa. Il progetto redatto dall’Amministrazione provinciale di Catanzaro, sistemerà una parte del tratto stradale danneggiato, mettendo in sicurezza circa 22 metri; la restante parte sarà messa in sicurezza con il progetto redatto dall’Amministrazione comunale di Feroleto Antico che prevede anche la messa in sicurezza dell’intero versante abitato. Il progetto prevede la realizzazione di una paratia di micropali, posta a valle della strada provinciale per Lamezia Terme, che saranno infissi nel terreno per 15 metri di profondità. Sulla sommità sarà realizzato un cordolo in c.a. tirantato. Sono inoltre previste opere di raccolta, convogliamento e smaltimento delle acque di provenienza meteorica e delle acque di ruscellamento, al fine di ridurre al minimo la quantità di acqua che filtra all’interno del pendio. L’ubicazione di questo primo tratto di palificata scaturisce dalla necessità di intervenire immediatamente sul tratto più a rischio dell’intero tratto stradale. Proprio per tale motivo l’intervento, relativamente a quello che può essere definito un ‘primo lotto’, si troverà nella parte iniziale del movimento franoso, dove insistono le maggiori deformazioni del nastro stradale. L’importo complessivo dell’opera, che dovrà essere realizzata in cinque mesi, è di 150 mila euro mentre l’importo dei lavori ammonta a circa 123 mila euro. La ditta esecutrice sarà l’impresa C. B. Costruzioni S.A.S. di Basile C&C. “L’Amministrazione Provinciale di Catanzaro – ha detto il presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro – continua ad investire nella riqualificazione del territorio, favorendo una politica compatibile con gli interventi di sistemazione idrogeologica per la mitigazione del rischio frana. Mi preme ringraziare, per il forte interessamento e l’impulso dato alla realizzazione di questi lavori, il consigliere provinciale Pietro Fazio. Un ringraziamento va anche al Settore Viabilità Lametino e al dirigente ing. Eugenio Costanzo, oltre che al progettista e direttore dei lavori ing. Vincenzo Coppola, funzionario dell’Ente Provincia, e ai geometri Giuseppe Mirante e Francesco Caparello. Infine un ringraziamento ai nostri cantonieri, che dimostrano, con il loro grande impegno e la loro professionalità, di essere l’autentico presidio dell’Amministrazione sul sistema viario del nostro territorio, messo a dura prova dalle continue alluvioni e da una storica condizione di dissesto idro-geologico”.

Social