Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

Comunicati Stampa

Curinga, consegna lavori ripristino officiosità idraulica

25 Maggio 2011 Visite: 3401
Stampa Email

CATANZARO – 25 MAG 2011 – Domani, 26 maggio 2011, l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro procederà alla consegna dei lavori relativi al ripristino dell’officiosità idraulica del reticolo idrografico minore che attraversa tutto il territorio comunale di Curinga.

L’importo complessivo dell’intervento, che sarà eseguito dalla ditta Battigaglia Costruzioni di Botricello, ammonta a 700 mila euro, di cui oltre 498 mila per lavori. L’importo di contratto, a seguito del ribasso di gara, è pari a 335.781 euro.

L’intervento è compreso nell’ambito del Piano generale di prima fase prevista dall’ordinanza di protezione civile 3741 del 2009. L’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, competente in materia di dissesto idrogeologico e manutenzione dei corsi d’acqua a seguito delle leggi regionali n. 34/2002 e 1/2006, nella fase di redazione del Piano COMIP (Comitato di Indirizzo Provinciale), istituito a seguito dell’ordinanza 3741/2009, ha provveduto ad inserire l’intervento tra le principali priorità della Provincia e, a finanziamento avvenuto, a redigere il relativo progetto.

Il Progetto ha previsto il ripristino dell’officiosità idraulica dei torrenti Turrina, La Grazia e  S.Eufrasio (Randace)  e Collettore Imbutillo,  situati nel territorio comunale di Curinga, particolarmente interessato dalla presenza di sovralluvionamenti, erosioni e rifiuti di diversa natura per i quali è stata riportata, nell’ambito del progetto,  una dettagliata ricognizione fotografica.

“L’intervento – afferma il presidente della Provincia Wanda Ferro - dimostra l’attenzione prestata dall’Amministrazione Provinciale verso la messa in sicurezza dell’intero territorio in rapporto ai gravi problemi derivanti dall’esondazione dei corsi d’acqua e dal dissesto idrogeologico. Una corretta sistemazione dei torrenti deve difendere gli insediamenti e le attività produttive che operano nella zona, ma non impedire, in altri luoghi o tratti del bacino, l’evoluzione naturale del corso d’acqua verso una configurazione di equilibrio con i fattori che danno luogo al ‘sistema’ fiume. I lavori di manutenzione e pulitura miglioreranno l’aspetto ambientale ed igienico sanitario di tutta la zona, restituendo decoro e sicurezza  ad una grossa porzione del territorio, dopo lunghi anni di totale abbandono”.

Da evidenziare, in particolare, che tutta la parte di pianura del territorio di Curinga è interessata da una diffusa presenza di aziende agricole, che danno lavoro a centinaia di persone per tutto l’arco dell’anno. Si tratta di aziende specializzate nei settori della vivaistica, floricoltura, orticoltura, con predominanza di serre per la coltivazione delle fragole. La coltura di queste ultime ha conosciuto negli ultimi anni una spiccata crescita sia sul piano della qualità e che della commercializzazione. Nel mese di giugno di ogni anno, infatti, Acconia di Curinga ospita una interessantissima sagra della fragola,  frequentata da operatori e cittadini provenienti dall’intera Regione.

Il progetto è stato redatto dall’ing. Maurizio Benvenuto con la collaborazione dei geometri Francesco Pellegrino e Francesco Caliò e dell’ingegnere Francesco Crispino,  responsabile del servizio idraulico dell’Amministrazione, per il versante tirrenico.  Tutte le fasi dell’intervento sono coordinate dall’ingegnere Francesco Augruso, Responsabile Unico del Procedimento e dirigente del Settore Edilizia Pubblica e Residenziale e Funzioni Genio Civile.

“E’ utile ricordare – prosegue il presidente della Provincia -  che, nell’ambito dello stesso territorio comunale di Curinga,  l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro ha in corso due diversi interventi per la sistemazione del versante prospiciente la strada provinciale Curinga-Acconia, in corrispondenza di piazza Immacolata. Il primo intervento, per un importo di 200 mila euro è in via di ultimazione, mentre il secondo per un importo di 250 mila euro  sta per essere avviato. L’Amministrazione Provinciale ha inserito nella sua programmazione ulteriori interventi per questa importante area del suo territorio e che, a tale riguardo, la Regione Calabria ha già comunicato un ulteriore finanziamento con fondi FAS, per un importo di un milione di euro,  finalizzato a nuovi interventi di sistemazione idraulica lungo i torrenti Randace, Turrina e La Grazia, nell’ambito dell’APQ (Accordo di programma Quadro), sottoscritto nel mese di novembre 2010 col Ministero dell’Ambiente. Voglio ringraziare – conclude Wanda Ferro –, oltre ai tecnici dell’Ente ad alla commissione Lavori pubblici, il sindaco di Curinga ing. Domenico Pallaria, che ci ha sempre dato grande collaborazione e ha rappresentato un riferimento costante per l’Amministrazione provinciale rispetto alle necessità e alle problematiche del territorio”,

 

Social