Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

Comunicati Stampa

Gioventù in Azione, firmato protocollo tra Provincia e Ang

31 Maggio 2011 Visite: 3342
Stampa Email

CATANZARO – 31 MAG 2011 – Un protocollo d’intesa rivolto a promuovere sul territorio il programma comunitario “Gioventù in Azione 2007-2013” è stato siglato questa mattina tra il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, e il direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Paolo di Caro.

La sottoscrizione dell’accordo ha aperto l’evento dal tema “La valutazione dell’impatto del Programma Gioventù in azione 2007/2013 in Calabria”, organizzato dalla Provincia di Catanzaro, iniziato questa mattina presso l’Hotel Rada Siri di Montepaone (Cz) e che si concluderà domani, al quale prendono parte numerosi giovani provenienti da tutta la Calabria. L’incontro, introdotto da Serena Angioli, direttore dell’Area Progetti e Programmi dell’Agenzia Nazionale dei Giovani, ha lo scopo di diffondere nel territorio i contenuti e le finalità del programma, oltre che di migliorare la qualità progettuale e la conoscenza delle procedure per la predisposizione delle domande di sovvenzione relative all’anno finanziario 2011 ancora in corso.

Il programma “Gioventù in Azione” promuove l'educazione non formale, i progetti europei di mobilità giovanile internazionale di gruppo e individuale attraverso gli scambi e le attività di volontariato all'estero, l'apprendimento interculturale e le iniziative dei giovani di età compresa tra i 13 e i 30 anni, e ha tra gli obiettivi la promozione dei valori di solidarietà e di tolleranza tra i giovani, al fine di rafforzare la coesione sociale dell’Unione Europea e la comprensione reciproca tra i giovani di diversi Paesi.

Con la firma del protocollo, la Provincia garantisce la collaborazione finalizzata ad intercettare, razionalizzare e diffondere le opportunità offerte dall’Unione Europea per lo sviluppo dei processi di integrazione nelle politiche, nella produzione legislativa, nella vita economica e sociale dei giovani. La Provincia si impegna, tra l’altro, a divulgare sul territorio provinciale i contenuti dei programmi comunitari, e specificatamente del programma Gioventù in Azione, ed a porsi come soggetto facilitatore verso i destinatari finali: giovani, enti, istituzioni, organizzazioni della società civile nel settore della gioventù. L’Agenzia Nazionale per i Giovani darà il proprio supporto soprattutto rispetto agli aspetti informativi e formativi del programma.

“Valutando i dati sull’accesso al programma nelle varie parti d’Italia – ha spiegato Paolo di Caro – abbiamo riscontrato negli anni passati un basso numero di soggetti beneficiari provenienti dalla regione Calabria. Il programma è un’opportunità che non deve essere sprecata, poiché ci sono molte risorse disponibili per i progetti: 8,5 milioni di euro di risorse comunitarie, più 2,5 milioni di cofinanziamento da parte del Governo italiano. Si tratta di fondi che ogni anno spendiamo interamente, ma i dati relativi alla Calabria sono pressoché irrilevanti. Abbiamo quindi predisposto un’intensificazione dell’attività di informazione e di consulenza mirata su questa regione, soprattutto per migliorare la qualità della progettazione. E’ infatti ancora molto basso il rapporto tra i progetti presentati e quelli approvati, soprattutto rispetto ad altre regioni d’Italia. Per questo è nata l’idea di sottoscrivere un’intesa con la Provincia di Catanzaro, che da ente sovracomunale può aiutarci a diffondere il programma sul territorio, mentre noi periodicamente saremo impegnati in iniziative di informazione e formazione rivolti non solo ai giovani, ma anche agli operatori della pubblica amministrazione interessati sia dalla progettazione che dalla diffusione delle informazioni”.

Il presidente della Provincia Wanda Ferro ha ribadito l’importanza delle opportunità offerte dal programma,  “che può realizzare la grande scommessa di tramutare le idee dei giovani in progetti concreti che sappiano puntare, in sinergia con le istituzioni, al miglioramento della qualità della vita, della formazione e della competitività, alla partecipazione attiva dei giovani nella società, al contrasto al disagio e alle devianze”.

Poi il presidente Ferro ha parlato dell’istituzione della nuova Consulta dei Giovani della Provincia di Catanzaro: “Un organismo– ha spiegato – già attivo durante la precedente amministrazione Traversa, ma che abbiamo ripensato e riproposto con un nuovo statuto adeguato alle realtà giovanili ed estraneo alle logiche di una vecchia politica, con l’obiettivo di fare entrare i giovani realmente nelle scelte della pubblica amministrazione. Il bando per l’iscrizione delle associazioni giovanili all’albo provinciale è stato prorogato, ed entro fine mese avremo contezza delle associazioni che faranno parte della Consulta”.

Dopo la firma del protocollo, ha preso il via un seminario per la presentazione, da parte di esperti dell’Agenzia Nazionale per i giovani, degli obiettivi e delle priorità del programma Gioventù in Azione e di alcuni dati statistici relativi all’attuazione del programma in Calabria e alle risposte fornite dai giovani che hanno partecipato a progetti finanziati nella regione.

Social