Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

Comunicati Stampa

FOSSO TORRE DEL DUCA NEL COMUNE DI S.FLORO

19 Novembre 2011 Visite: 3141
Stampa Email

A proposito delle notizie pubblicate di recente su alcuni organi di stampa riguardanti la situazione del dissesto idrogeologico nel Comune di San Floro, considerato che in rapporto al fosso Torre del Duca sono state riportate impropriamente dichiarazioni e posizioni riconducibili al Settore Edilizia Residenziale Pubblica e Funzioni Genio Civile dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, il dirigente del settore ing. Franco Augruso  ritiene doveroso fare alcune precisazioni.

“Il fosso denominato Torre del Duca, che attraversa parte del territorio di San Floro – spiega l’ing. Augruso - appartiene al Demanio idrico dello Stato e come tale, in base alle leggi regionali n. 34/2002 e 1/2006, rientra tra le competenze delegate alla Provincia (realizzazione e manutenzione opere idrauliche)  e, per determinati aspetti, come la polizia idraulica, il pronto intervento e piccole manutenzioni, allo stesso Comune. Al fine di tutelare l’incolumità dei cittadini, la Provincia ha comunque provveduto, sin dal momento di trasferimento della delega,  ad effettuare una vasta ed approfondita ricognizione di tutte le criticità esistenti sul territorio, compresa quella sul fosso Torre del Duca. Le diverse situazioni critiche sono state segnalate alla Regione Calabria perché fossero inserite nella programmazione Regionale, ed alla stessa Regione sono state richieste le risorse finanziarie, necessarie non solo per la manutenzione, ma anche per la messa in sicurezza dei corsi d’acqua. Il fosso Torre del Duca – precisa il dirigente - raccoglie le acque provenienti dai fossi Pacciona e Usito. In esso confluiscono, inoltre, tutte le acque meteoriche che dal centro urbano scendono verso valle. Una grossa criticità a tale riguardo è costituita dalla mancanza di opere idonee per il corretto smaltimento di tali acque.  Di recente con la sottoscrizione dell’APQ tra Ministero dell’Ambiente e Regione Calabria (APQ del 25-11-2010) è stato destinato al Comune di San Floro un finanziamento per interventi di mitigazione del rischio di frana e di messa in sicurezza del centro abitato per un importo complessivo di 500.000 euro. Tale finanziamento, che fa capo al Commissario di governo appositamente nominato, non è stato ancora attivato e non è pertanto nelle disponibilità del Comune di San Floro”.

 

Social