Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

Comunicati Stampa

Discobus, discoteche in sicurezza

29 Luglio 2011 Visite: 4467
Stampa Email

E’ stato presentato questa mattina nella sala consiliare della Provincia di Catanzaro il progetto “Discoteche in sicurezza”, grazie al quale l’ente intermedio mette a disposizione dei giovani della provincia alcuni bus navetta gratuiti che consentiranno a tantissimi giovani di raggiungere in tutta sicurezza i più frequentati locali della costa jonica.

L’iniziativa è stata illustrata dal presidente della Provincia Wanda Ferro, che ha la delega alle Politiche giovanili, dall’assessore provinciale ai Trasporti Vincenzo Fulvio Attisani, dal presidente dell’Aci Eugenio Ripepe, dal dirigente del settore Trasporti dell’ente intermedio Salvatore Pingitore.

Da più anni l’Amministrazione provinciale, sensibile al problema della sicurezza dei giovani, ha effettuato iniziative per sensibilizzare all’utilizzo dei mezzi pubblici al posto dell’automobile, soprattutto nelle sere del sabato. Il “disco-bus”, proposto inizialmente in via sperimentale, è diventato ormai una costante, e garantisce un servizio di trasporto tra vari centri urbani e le discoteche del Catanzarese con navette bidirezionali.

“L’obiettivo – ha spiegato il presidente Wanda Ferro - è principalmente quello di evitare le stragi del sabato sera, riducendo i rischi derivanti dall’euforia, o dalla stanchezza, del dopo-discoteca”. Tra le finalità c’è poi la riduzione del traffico lungo le principali vie di collegamento, in particolare la statale 106 jonica, la riduzione del problema del parcheggio nelle principali località della costa, “ma anche quello di offrire un servizio ai turisti che potranno trovare maggiori occasioni di divertimento e godere più agevolmente delle tante bellezze del territorio”.

Cinque gli itinerari previsti, modulati rispetto all’effettivo utilizzo del servizio negli anni precedenti, tutti con arrivo a Soverato e partenze da Taverna, Soveria Mannelli, Botricello, Cardinale e Pentone-Catanzaro, con molte fermate intermedie. Per tutte le corse l’orario di andata è fissato alle 22.30 e il ritorno da Soverato alle 4.30 del mattino. Non è presente, quest’anno, l’itinerario del Lametino, perché negli anni scorsi la tratta è stata poco utilizzata.

“All’interno dei bus gran-turismo – ha detto ancora il presidente Ferro - brandizzati con le immagini dei luoghi più belli della Provincia e il logo dell’ente, sarà distribuito materiale informativo e proiettato lo spot realizzato per promuovere le bellezze paesaggistiche, naturali, storiche e artistiche del territorio. Si tratta di un’iniziativa, quindi, che da un lato darà la possibilità a tanti giovani della provincia e ai ragazzi che arrivano dalle altre regioni di Italia di viaggiare in sicurezza a partire dal 30 luglio e per tutto il mese di agosto, dall’altro consentirà di incrementare la qualità dell’offerta turistica del nostro territorio”.

Durante il viaggio a bordo dell’autobus, i ragazzi potranno anche compilare una cartolina per partecipare all’estrazione di alcuni premi offerti dall’Aci e dagli sponsor Gioielleria Caccavari” e “Luigia Rotundo Accessori e Abbigliamento Moto”.

Di seguito il dettaglio delle fermate:

Taverna: S. Giovanni Albi, Albi, S. Pietro Magisano, Catanzaro Ianò, Catanzaro Benny Hotel,  Copanello, S. Maria del Mare  (Rebus), Pietragrande, Montepaone, Soverato.
Soveria Mannelli: Decollatura, S. Pietro Apostolo, Tiriolo, Marcellinara, Roccelletta di Borgia, Copanello, S. Maria del Mare  (Rebus), Pietragrande, Montepaone, Soverato.
Botricello: Cropani, Sellia Marina, Catanzaro Lido (piazza Garibaldi), Roccelletta di Borgia, Copanello, S. Maria del Mare  (Rebus), Pietragrande, Montepaone, Soverato.
Cardinale: Chiaravalle, S. Vito, Olivadi, Petrizzi, Soverato.
Pentone: S. Elia, Piterà, Pontegrande, Catanzaro (Giardini di S. Leonardo), Catanzaro Sala, Catanzaro Lido (via Magna Grecia), Roccelletta di Borgia, Copanello, S. Maria del Mare (Rebus), Pietragrande, Montepaone.  

Social