Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito usa cookie anche di terze parti.

Comunicati Stampa

Progetto Ofelia, per dare sostegno alle vittime di violenza

25 Novembre 2011 Visite: 5084
Stampa Email

La Commissione Pari Opportunità presso l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro ha presentato nella Sala Giunta di Palazzo di Vetro, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, il Progetto OFELIA “Dal corso alla corsia in tuo aiuto”.

Alla conferenza hanno preso parte il presidente della Provincia Wanda Ferro, l'assessore provinciale alle Pari Opportunità Sergio Polisicchio, il presidente della Commissione Pari Opportunità Elena Morano Cinque, il direttore generale dell'Asp Gerardo Mancuso, la presidente della Fidapa di Catanzaro Giulia Audino.

 

 

“Il Progetto OFELIA – ha spiegato il presidente Ferro - si propone di finanziare un Corso di Formazione per giovani neolaureati provenienti dalla Facoltà di Scienze Sociali dell’UMG di Catanzaro i quali potranno divenire personale qualificato in grado di fornire il primo sostegno alle vittime di violenza”.

Il sottotitolo ‘dal corso alla corsia in tuo aiuto’ testimonia infatti che il Corso avrà una finalità pratica: i giovani corsisti, concluso il periodo di formazione, saranno ospitati per uno stage di tre mesi presso i nosocomi di Lamezia Terme e Soverato.

Il progetto è interamente finanziato dalla Commissione Pari Opportunità e sarà realizzato con la collaborazione dell’ASP di Catanzaro, nonché della F.I.D.A.P.A. di Catanzaro.

Il Progetto nasce dalla constatazione che, purtroppo, il fenomeno della violenza sulle donne è in costante crescita nonostante le tante iniziative di sensibilizzazione provenienti sia dalle Istituzioni sia dal privato sociale. I dati sono davvero allarmanti e di fronte ad essi le Istituzioni non possono restare inerti.

“Nell’ottica di una politica dei fatti e non delle parole che contraddistingue l’Amministrazione Provinciale – ha spiegato l’avv. Elena Morano Cinque - la Commissione per le Pari Opportunità intende agire su quello che riteniamo possa essere l’anello debole della catena della violenza: ovvero il primo intervento sulla vittima reso presso i nosocomi dai medici di pronto soccorso. E’ noto, infatti, che le donne vittime di violenza (purtroppo assai spesso di origine endofamiliare) hanno estrema difficoltà a trovare il coraggio di denunciare”.

Il corso, dunque, mirerà a formare giovani assistenti sociali esperti nella gestione del primo approccio psicologico con la vittima di violenza.  Le lezioni saranno tenute da personale esperto e qualificato, con il coinvolgimento della Facoltà di Scienze Sociali dell’UMG di Catanzaro, dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Calabria, dei medici di pronto soccorso dei nosocomi interessati, i quali metteranno a disposizione del progetto le loro competenze interne, onde fornire ai discenti una preparazione completa e qualificata.

A conclusione del corso di formazione, seguirà uno stage di tre mesi (da tenersi sotto forma di volontariato, dunque senza oneri per le aziende ospitanti) che si terrà presso i pronto soccorso dei nosocomi di Lamezia Terme e Soverato, come da convenzione che sarà sottoscritta dell’Asp di Catanzaro con l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro.

L’Amministrazione Provinciale rilascerà ai corsisti un attestato che certificherà le competenze acquisite e che sarà spendibile nel mondo del lavoro. Al termine dello stage presso i nosocomi, le rispettive aziende ospedaliere rilasceranno apposita attestazione dell’avvenuto tirocinio formativo.

 

Social